Il motivo dell’Errante secondo Stravinsky

 

Studio_20160227_213557.png

Nel 1918 Stravinsky,fuggito dalla madrepatria e rifugiato in Svizzera, tratta con originalità il suo personale motivo dell’Errante, componendo l’Histoire du soldat, forma atipica di teatro musicale nel quale le voci sono solo recitate. La voce recitata é un non personaggio e si distanza dalla narrazione musicale, mentre la storia è quella universale dell’eterno contrasto tra ciò che si ha e ciò che si desidera, tra il desiderio di conoscere l’inconscibile e la nostalgia per tutto quanto ci si è lasciati alle spalle. Il tema è trattato con un organico orchestrale ridotto a sette strumenti per il quale il compositore-esule crea molto più di una musica teatrale poiché questa  racchiude in sé echi di rag time, tango e persino fanfare svizzere oltre a motivi della tradizione russa. Trattandosi di una commistione di generi (prosa e danza e musica di grande raffinatezza), non é facile mettere in scena uno spettacolo del genere. Talvolta invece capita che, una piccola realtà ai margini  dei grandi e celebrati circuiti, riesca a produrre qualcosa di interessante con la forza di idee semplici e funzionali. È il caso del Teatro di Messina. Su Operaclick il resoconto della serata.

Screenshot_2016-02-27-23-07-25-1

 

 

Categorie: recensioni, Stravinsky,, Teatro di Messina | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: